Movie

Cartolina fronte

Una bottiglia leggendaria, un uomo curioso e un vitigno dimenticato.

Sono questi i tre ingredienti da cui parte il film “Nascetta Story”.

Nella Langa del Barolo, nel paese di Novello, tra le vigne di nebbiolo patrimonio dell’Unesco, è sempre esistito un vitigno che produce uva a bacca bianca ma la sua difficoltà nel coltivarlo, la resa incostante e il successo del Barolo hanno decretato la sua scomparsa, o quasi. Alla fine degli anni ’80 i filari di Nascetta erano praticamente introvabili, il vino inesistente. Un gruppo di “visionari” scopre che un anziano viticoltore di Novello ha ancora una bottiglia di Nascetta del 1986. La bottiglia viene stappata e bevuta e l’esperienza che ne segue illumina i loro occhi. Sarà il primo passo per la rinascita della Nas-Cetta del Comune di Novello.

Nemo si trasferisce nelle Langhe da Roma, e lo fa anche per l’interesse verso il vino. Pian piano scoprendo i vini di Langa e la cultura contadina, matura la consapevolezza di non saperne abbastanza. La scoperta della Nascetta sarà l’occasione per approfondire la conoscenza della storia della terra che lo ha accolto.

THE MOVIE

A legendary bottle, a curious man and a forgotten grape variety.

These are the three ingredients behind the movie “Nascetta Story”.

We are in Novello, a village in the Langhe region, famous for its Barolo wine. Here, among the Nebbiolo vineyards, now a Unesco World Heritage site, a white grape variety called Nascetta has always grown. However inconsistent yields and difficult cultivation, against the worldwide success of Barolo, decreed its decline. In the late 80’s only a few Nascetta vines were left, and as a wine it was practically unknown. Ten years later, a group of “visionaries” discovered that an old winemaker from Novello still cherished a bottle of Nascetta, dating back to 1986. The bottle was uncorked and drunk… and all eyes lit up at the experience. This was to be the first step towards the rebirth of Nas-Cetta in the district of Novello.

A man called Nemo moved from Rome to the Langhe, driven among other reasons by his love for wine. Day after day discovering the local wines and farming culture, he realized that he didn’t know enough. The discovery of Nascetta was to be his opportunity to deepen his knowledge of the history of the land that welcomed him.

English translation by ELISA PESCE TRADUZIONI TECNICHE & EDITORIALI (https://eptrad.wordpress.com)

Image778

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...